Randonnée della Capitale

La stagione delle gare e delle manifestazioni ciclistiche è ormai, per questo 2017, agli sgoccioli.

Per terminarla nel migliore dei modi, Roma Team ha deciso di partecipare, il 24 settembre, alla Randonnée della Capitale, organizzata dall’Associazione Amici in Bici con la collaborazione di vari team romani, tra i quali il nostro.

L’evento ciclistico si è snodato su due percorsi principali, rispettivamente di 200Km con circa 3.300 metri di dislivello e di 100Km con un dislivello di 1.700 metri.

La partenza e l’arrivo sono stati posti a Lunghezza e la manifestazione ha interessato pittoreschi ed apprezzati paesi dei Castelli Romani, tra i quali: Frascati, Rocca Priora, Rocca Di Papa, Castel Gandolfo, Genzano, Nemi e toccando, anche, alcuni comuni o città metropolitane (come sono state ribattezzate dalla politica) delle province di Latina e Frosinone.

Il percorso si è contraddistinto per la bellezza dei luoghi attraversati, secondo il tipico spirito della randonnée, e per le strade non molto trafficate.

Di particolare suggestione sono state la salita conosciuta come “La Papalina” e la successiva discesa verso il Lago di Albano nel mentre il sole stava sorgendo ed i suoi raggi si riflettevano nell’acqua, il passaggio a Castel Gandolfo, dove ha sede la residenza estiva del Papa, l’ascesa a Nemi, splendido e caratteristico borgo dei Castelli Romani, pedalando lungo un tratto di poco più di 3 km in pavé con una pendenza del 5%, circondati dai boschi, dai suoi silenzi e dai suoi rumori, tratto che non ha nulla da invidiare alla celeberrima Parigi-Roubaix o alle Fiandre (facendo, ovviamente, le dovute differenze).
Lasciati i Castelli Romani, il più era stato fatto, ci siamo diretti verso l’arrivo dove è stato organizzato un ristoro per rifocillarci dopo le fatiche e per poter scambiare qualche chiacchiera con amici, conoscenti, organizzatori.
Considerato il percorso, lo spirito con il quale si è partecipato e, last but not least, l’organizzazione, già non vediamo l’ora di partecipare all’edizione del 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *