Bicicletta e Beneficenza: la vera Roma Team ASD

La beneficenza è certamente il campo d’azione in cui l’orgoglio della nostra Associazione ottiene il maggior riconoscimento. In particolare, la Società ogni anno indirizza gran parte del suo impegno di carità nella realizzazione di una manifestazione sportiva a scopo di raccolta fondi. L’evento prende il nome da una ragazza, Antonella Severa, venuta a  mancare troppo giovane anche se, pur dalla sua breve esperienza, è stata in grado di fornire una traccia di carità e compassione, che la nostra squadra ha voluto conservare e rispettare con il Memorial Antonella Severa.Microsoft Word - AUGURI

Il Memorial è una gara a cronometro, organizzata nella città di Fiuggi nel mese di maggio, aperta a tutti i tesserati dei vari Enti sportivi. Nel maggio 2014 la raccolta di fondi è stata mirata alle adozioni a distanza e alla costruzione di una struttura di formazione educativa femminile da realizzare nel Burkina Faso. Il progetto ha avuto un esito trionfante, avendo infine raccolto più di mille euro da destinare in toto a tale proposito. Inoltre, con grande soddisfazione di tutti i componenti del Direttivo e dei soci della Roma Team, il Gruppo Missionario di Pietralacroce, responsabile dei fondi e dei progetti umanitari realizzati nel Burkina Faso, ha inviato una lettera di ringraziamento, con la quale ha reso partecipi tutti dei grandi risultati ottenuti in questi anni di duro lavoro.

Anche quest’anno la nostra squadra ha ricevuto una bellissima lettera da parte del Gruppo missionario Parrocchia Santa Croce di Ancona, nella quale ci descrivono i risultati eccellenti del loro impegno a Ouagadougou,  realizzati grazie alla collaborazione di enti come il nostro.

Nel 2016 la Roma Team continuerà sulla strada della carità, mettendo in calendario l’organizzazione del Memorial Antonella Severa, che si terrà il giorno 15 maggio e, oltre all’aiuto verso la fondazione di beneficenza del Burkina Faso, andrà a favorire l’Associazione Risveglio, nata con il fine di dare un supporto a persone colpite da Gravi Cerebrolesioni Acquisite (GCA) e alle loro famiglie.

Ancora grazie a tutti per la partecipazione a progetti tanto importanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *